Rimani al passo con i tempi!

Approfitta subito dell’operazione DOIP 4.0

 

Acquistando la nostra attrezzatura selezionata potrai beneficiare dell’iper ammortamento del 270%:

la detraibilità fiscale supera di gran lunga il costo stesso del bene

rendendo l’investimento estremamente conveniente!!!

Il Piano Nazionale “Industria 4.0” si pone l’obiettivo di innalzare il livello tecnologico delle aziende del territorio, favorendo l’introduzione di tecnologie innovative basate sulla integrazione tra macchine, processi e prodotti. Ai fini di incentivare l’acquisizione di macchinari “4.0”, la Circolare N.4/E del 30/03/2017 del MiSE stabilisce le caratteristiche che i macchinari devono soddisfare perché gli acquirenti possano usufruire dell’iper ammortamento.

QUESTE LE TIPOLOGIE DI ATTREZZATURA CHE RIENTRANO NEL PIANO

sollevamento
imp_olio
Laser Examiner 3

PROFILATORE

v2300

ASSETTI RUOTA

icona-colonnina-ricarica-150x150

COLONNINE EV

 

 

COSA DEVE FARE L’OFFICINA

PER BENEFICIARE

DELL’IPER AMMORTAMENTO?

Perché l’officina possa beneficiare dei vantaggi offerti dal Piano “Industria 4.0”, è necessario che rispetti i seguenti adempimenti:

1. Acquistare gli strumenti iper ammortizzabili così come nei pacchetti certificati previsti entro il 31/12/2019, ovvero entro il 31 dicembre 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

2. Interconnettere gli strumenti al sistema informativo di fabbrica entro il 31/12/2020.

3. Predisporre, entro il periodo di imposta in cui si intende fruire dell’incentivo:
un documento di perizia giurata corredato da analisi tecnica o, per beni la cui somma del valore dei beni sia inferiore a € 500.000, una dichiarazione resa dal legale rappresentante, anch’essa corredata da analisi tecnica, con data certa, che attesti l’avvenuta interconnessione.

FAQ – Domande Frequenti

Chi ha diritto al beneficio fiscale?

L’agevolazione riguarda soltanto i titolari di reddito d’impresa indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.
Sono ammesse all’agevolazione sia le imprese residenti nel territorio dello Stato che le stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti.
Sono esclusi gli esercenti arti e professioni perché questi ultimi producono reddito di lavoro autonomo e non reddito d’impresa.

Quali sono le scadenze per beneficiare dell’iper ammortamento?

Gli ordini degli strumenti devono risultare accettati dal venditore entro il 31/12/2019 e deve risultare effettuato, sempre entro il 31/12/2019, il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione, con consegna del bene entro il 31/12/2020. C’è poi tempo fino al 31/12/2020 per implementare effettivamente l’interconnessione alla quale deve seguire perizia tecnica giurata o, in alternativa, auto certificazione con data certa, preferibilmente corredata da un’analisi tecnica, che attesti l’avvenuta interconnessione da allegare alla dichiarazione dei redditi. Si ricorda che il bonus risulta fruibile dal periodo d’imposta in cui avviene l’interconnessione.

I pacchetti certificati devono essere acquistati con fattura unica?

I beni TEXA inclusi nei pacchetti certificati possono essere stati acquistati anche in momenti diversi dell’anno ma devono essere registrati a Libro Cespiti, avendo cura che tutti gli elementi previsti nei kit descritti siano identificati dallo stesso numero cespite.

Ci sono particolari informazioni da riportare in fattura per beneficiare dell’iper ammortamento?

Fare riferimento in fattura ai beni acquistati riportando esattamente il nome commerciale così come descritto nelle dichiarazioni di conformità fornite dal produttore del bene. Inoltre, si segnala come per semplificare l’istruzione della pratica al momento della perizia tecnica, sia opportuno allegare al contratto di vendita/offerta un format di addendum in modo da identificare in maniera efficace il bene oggetto di dichiarazione venduto, di cui vi forniamo fac-simile allegato al presente documento (“fac-simile addendum dichiarazione di conformità”).

Quali sono le attività in capo all’autoriparatore?

Assolvere agli adempimenti previsti così come descritto al paragrafo 3) e provvedere alla messa in rete delle soluzioni TEXA così come descritto al paragrafo 4) del presente documento.

Cosa sono e a cosa servono le dichiarazioni di conformità (certificati) forniti dal produttore del bene (TEXA)?

I certificati forniti dal produttore sono predisposti da un ente terzo e attestano l’ammissibilità del bene ai benefici fiscali dell’iper ammortamento.
Essi fanno parte della valutazione tecnica che l’Agenzia delle Entrate consiglia di allegare alla
perizia giurata/auto dichiarazione che attesta l’avvenuta interconnessione.
1. Cosa è e a cosa serve l’analisi tecnica del bene?
L’Agenzia delle Entrate indica opportuno affiancare un’analisi tecnica del bene alla perizia/ attestazione di conformità. A tutela della proprietà intellettuale e della riservatezza di tutte le parti coinvolte nell’operazione (utilizzatore e produttore del bene strumentale, integratori di sistema, clienti dei prodotti realizzati dalla macchina iper-ammortizzata, etc.), l’analisi tecnica deve essere realizzata in maniera confidenziale dal professionista o dall’ente di certificazione e deve essere custodita presso la sede del beneficiario dell’agevolazione; la documentazione dovrà essere fornita solo su richiesta degli organi di controllo.

Partners selezionati

Sei un meccanico che vuole tenersi aggiornato?

Un autoriparatore che vuole conoscere le novità del settore?

Un tecnico che desidera frequentare i corsi?

Iscriviti alla newsletter di DoIP!

  TOP